inquinamento globale fumo

Quando si parla dei pericoli legati al fumo siamo tutti piuttosto informati, almeno dal punto di vista personale in merito alla nostra salute e a quella degli altri. Tuttavia, siamo a conoscenza dei danni che il fumo potrebbe provocare nei confronti dell’inquinamento globale? Probabilmente in pochi ci crederanno, oppure lo hanno sempre sospettato: le sigarette incidono notevolmente su questa problematica e, per questo motivo, abbiamo deciso di fornirvi qualche informazione più dettagliata.

Quanto inquina una sigaretta?

Sapevate che una sola sigaretta inquina esattamente quanto un tir? Tra i numerosi elementi tossici presenti nei gas di scarico, è infatti possibile ritrovare alcuni componenti delle sigarette che amiamo tanto fumare. Per rendere meglio l’idea, eccovi alcuni esempi pratici su circa 4000 sostanze chimiche presenti:

  • Prima di tutto troviamo il monossido di carbonio, il più importante gas serra che è reperibile anche nei gas di scarico di macchine e industrie
  • Nelle sigarette c’è anche l’arsenico, una sostanza molto tossica che viene sfruttata come veleno per topi
  • Il cianuro di idrogeno è un altro elemento che possiamo trovare in questi prodotti, un altro pericoloso veleno che, un tempo, veniva impiegato nelle camere a gas
  • La formaldeide è forse la sostanza più nociva che possiamo trovare, considerato il fatto che potrebbe provocare il cancro e viene sfruttata per l’imbalsamazione

Le sostanze chimiche sopra indicate non sono nocive solamente per la nostra salute, ma anche per l’ambiente, poiché impossibili da smaltire. D’altro canto, numerose persone potrebbe considerare quasi nulli questi elementi, ma vogliamo precisare che solo in Italia vengono consumati ben 72 miliardi di sigarette: al mondo 4,5 milioni di miliardi. Detto questo, non vi resta che fare un piccolo conto riguardo ai gas dispersi nell’aria.

Tuttavia, non è solo il fumo di sigaretta a causare problemi, ma anche i mozziconi: non tutti rispettano ciò che ci circonda e gettano i rimasugli per strada, nei fiumi e addirittura nei prati. Ogni mozzicone contiene numerosissimi composti chimici pericolosi per la salute ambientale, quali:

  • Acetato di cellulosa
  • Catrame
  • Benzene
  • Idrocarburi policiclici aromatici
  • Acetone
  • Cadmio

Cosa dicono gli studi sull'inquinamento dal fumo di sigaretta

Secondo uno studio pubblicato da ENEA – AUSL di Bologna, è stato possibile quantificare il peso annuale d’inquinamento che i mozziconi procurano.

Siete curiosi?

  • 324 tonnellate di nicotina
  • 1872 milioni di Bq di Polonio-210
  • 1800 tonnellate di composti organici
  • 21,6 tonnellate di gas tossici
  • 1440 tonnellate di catrame e condensato
  • 12240 tonnellate di acetato di cellulosa

Dati che potrebbero far accapponare la pelle, visto che se il nostro pianeta muore, anche la nostra esistenza cessa di esistere insieme a lui. Inoltre, come se tutto quello che vi abbiamo appena detto non fosse sufficiente, l’ultimo rapporto del Programma Nazioni Unite per l’Ambiente intitolato “Rifiuti marini: una sfida globale”, ha dimostrato come il 40% di ciò che si trova in mare è composto da sigarette e avanzi di persone fumatrici.

mozziconi di sigarette

L’analisi è stata condotta da alcuni volontari tra il 2002 e il 2006 e i dati emersi sono a dir poco raccapriccianti: ciò che è stato trovato nel Mar Mediterraneo, equivale al consumo di sigarette estivo pari al 75%. Non è finita qua: abbiamo un’altra importante rivelazione da farvi. Anche la NASA ha deciso di condurre studi a riguardo, insieme al Landscape of America. Da queste ricerche è emerso che il fumo delle sigarette che tanto amiamo provoca non pochi problemi anche alle piante.

Quasi sicuramente saprete che le piante smaltiscono i prodotti nocivi del fumo con del buon ossigeno, soprattutto quando ci si trova in ambienti chiusi, ma nel caso in cui il vegetale non posse ripulito dagli accumuli di agenti tossici sui gambi e sulle foglie, potrebbe interrompersi la fotosintesi clorofilliana, provocando la morte della pianta stessa.

Ci troviamo di fronte a segnalazioni, numeri e dati decisamente preoccupanti, che potrebbero spingere le persone a limitarsi nel consumo di sigarette. Non vogliamo farvi la morale, non vi stiamo dicendo di smettere di fumare, anche perché quando si prende il vizio è davvero difficile smettere: vi stiamo solo invitando a non gettare i mozziconi per strada, nelle acque dei mari, dei fiumi e dei laghi, in modo da poter preservare la natura che ci circonda e, in un certo senso, ci aiuta.