dabber cannabis

La moda del momento, in termini di cannabis è cercare modi sempre diversi e originali per gustarla e utilizzarla. Inutile dire che ormai la classica “erba” e le sue infiorescenze non sono l’unico modo per assumere la cannabis, per questo motivo sperimentare sembra sia diventata la nuova parola d’ordine.

Si sperimentano gli estratti di cannabis, ovvero quei residui derivati dagli scarti, da parti della pianta trasformate o filtrate che generano nuove sostanze.

Uno di questi, ad esempio, è la “cera” o “shatter”. Si tratta di un materiale simile al caramello duro…trasparente ma solido, che si frantuma e si aggiunge alla cannabis essiccata o direttamente nella pipa per aspirarne il gusto diretto e molto più ricco di THC di altre parti della pianta. Questo modo di fumare i residui e i derivati si chiama “dabbing” e la pipa con cui si fuma è il dabber. 

Com’è fatto il dabber?

Il dabber ha forme diverse e si è molto evoluto dai primi prototipi, molto più simili a un bong turco che a una pipa! Oggi trovate dabber dalla forma simile se non uguale a quella di una normale sigaretta elettronica, un astuccio lungo e dritto come una penna la cui estremità si tiene in bocca per aspirare. Nessuno capirebbe se state “svapando” una qualunque sigaretta elettronica oppure se state “dabbando” della marijuana!

In ogni caso il dabber deve essere costituito da: un piccolo contenitore (cupola) in cui inserire la sostanza, una parte da surriscaldare detta “chiodo” e un boccaglio. Una volta surriscaldato il chiodo con la fiamma di un accendino, posatevi sopra la “cupola” con dentro la sostanza e aspettate che il calore la faccia evaporare.

Allora potrete aspirare dal boccaglio. Nei dabber moderni tutto questo avviene in uno spazio più piccolo e verticale, anche se ci sono sistemi più grandi e complessi che assomigliano come anticipato a una specie di bong.

Effetti del dabber

dabber

Il fatto di bruciare direttamente le sostanze estratte dalla cannabis consente agli effetti di queste sostanze di arrivare dritte al cervello senza filtri.

Il dabber offre un high molto intenso, questo provoca infatti stordimento immediato, la sostanza nel momento in cui viene sottoposta a una fonte di calore elevata, infatti permette di assumere velocemente una dose di THC superiore rispetto a quella che si assume con la combustione diretta dell’erba quando si prepara uno spinello.

Il dabber dunque ha una trasmissione degli effetti immediato, e permette di ottenere uno “stordimento” in poco tempo, per questo motivo si consiglia sempre di non abbinare la sua assunzione a quella di alcolici.