Smoke Free

smoke free

Smoke Free è il termine utilizzato per definire le aree in cui è vietato fumare. Infatti la traduzione corretta dall'inglese è: Libero dal Fumo, italianizzato in un divieto a fumare.

Questo termine è diventato molto in voga dal momento in cui in Italia e in altri paesi europei e a livello internazionale, ha definito che fosse vietato fumare nei pubblici uffici, nei luoghi pubblici, ristoranti ecc...

Smoke Free: la nascita del divieto e cosa comporta

L'articolo 51 varato il 16 gennaio del 2003 è quello che definisce la legislazione che viene di fumare nei locali pubblici, negli uffici e sul posto di lavoro. Questa legge prevede il divieto di fumare e aree smoke free in tutti i locali pubblici sia che questi siano privati sia che questi siano considerati pubblici.

Dunque per legge non è possibile fumare negli studi professionali, nei bar, uffici privati, esercizi commerciali, ristoranti ecc...

L'unico luogo dove è possibile fumare anche all'interno è nella propria abitazione.

C'è comunque un'eccezione, infatti, in alcuni locali chiusi c'è la possibilità di creare delle aree riservate esclusivamente ai fumatori. Nel caso in cui si costituisca un'area fumatori all'interno di un locale bisogna provvedere all'installazione obbligatoria degli impianti di ventilazione e per il ricambio dell'aria. 

Smoke Free: perché ci sono sempre più aree libere dal fumo?

smoke free - area libera dal fumo

Gli ambienti Smoke Free sono sempre di più, le aree libere dal fumo o in cui è vietato fumare aumentano perché è stato accertato di come il fumo di una sigaretta sia inquinante, rovini l'ambiente e sia al contempo cancerogeno per l'uomo.

Per questo motivo, la legge e anche molti esercenti e persino alcune aree all'aperto sono categoricamente Smoke free.

In questo modo si ha la possibilità di tutelare la salute di tutti i non fumatori che altrimenti sarebbero costretti anche nei luoghi pubblici a inalare il fumo passivo. Per i fumatori, inoltre sussistono ancora (anche se stanno man mano svanendo) dei locali con zone apposite per chi vuole concedersi il momento di una sigaretta anche all'interno.

Le zone Smoke Free, come accennato all'inizio non sono presenti solo in Italia, questo termine infatti è tacitamente utilizzato in tutto il mondo per far comprendere che non è possibile fumare in una specifica zona o locale.

Quindi, se non si conosce la legge del paese in cui si va in vacanza o vivere, vedendo il segnale di Smoke Free è possibile comprendere che in quella specifica zona, locale o stanza d'albergo è vietato fumare.